The Bridge, un film girato nel 1995 a Rocca San Casciano

Nel marzo del 1995 Rocca San Casciano si trasformò per qualche giorno in un set cinematografico, infatti una Troupe girò un cortometraggio coinvolgendo l’intero paese che offrì il massimo della collaborazione e alcuni rocchigiani parteciparono anche nel ruolo di attore, nel filmato si riconoscono un giovane Giulio Biserni e il “mitico” Ugo Fanti.
Personalmente ho dei bellisimi ricodi di quell’avventura: incontrai per caso il registra e il produttore i quali erano alla ricerca di una location per il loro cortometraggio, cercai di convncerli a fare le riprese a Rocca, ero affascinato dall’idea che a Rocca si potesse girare un film e che il mio paese fosse impresso in modo indelebile su una pellicola, all’inizio i due non erano molto convinti, ma dopo la visita a San Donnino, e dopo l’abbondante “bevuta” offerta da Ugo…..

Stefano Calonici


IL PONTE (aka IL PONTE)
Trama:

Ci troviamo in piena guerra in un paese della ex Jugoslavia, una giovane coppia ha intenzione di sposarsi, ma i due amanti sono separati da un ponte sorvegliato da cecchini.
Il ragazzo paga i cecchini affinchè permettano alla promessa sposa la traversata del ponte.
Basato su una storia vera della guerra nella ex Jugoslavia.

AMORE E GUERRA

Osservazioni del direttore della fotografia, Peter Gray

Questa storia di due innamorati in tempo di guerra, è vagamente basata su un episodio reale avvenuto durante la guerra nella ex Jugoslavia in Bosnia Erzegovina. Molti dei dettagli  della tragedia non sono noti, ed il regista ricorre a ‘licenza poetica’ per raccontare la storia. Così il film è una interpretazione drammatica di eventi reali, piuttosto che un documento strettamente fattuale.

IL PONTE è la terza parte di una trilogia di cortometraggi del regista Garry Lane, dove la storia viene raccontata attraverso le immagini senza dialogo. Tuttavia non sono film muti, la musica e altri suoni di sottofondo contribuiscono a dare risalto  alla storia. La prima parte della trilogia è intitolata IL RUSCELLO e la seconda IL LAGO.

Trovare un posto adatto per il film era estremamente difficile. Avevamo bisogno di un ponte con un’ampia visuale che fosse circondato da edifici alti che ricordasse un villaggio devastato dalla guerra in Bosnia Erzegovina.
Alla fine abbiamo trovato qualcosa di adatto nelle montagne del centro Italia.

Il borgo di Rocca San Casciano è stata una manna dal cielo per noi. Abbiamo trovato questa location solo un giorno o due prima della riprese, il paese ha dato pieno sostegno al progetto, grazie alla collaborazione del Sindaco e delle Forze dell’Ordine e tutti i residenti hanno collaborato e ci hanno aiutato in qualsiasi modo possibile.
Avevamo bisogno che la  gente rimanesse fuori dalle zone delle riprese, e i proprietari delle case che chiudessero le persiane delle finestre per far sembrare un paese devastato dalla guerra.
Abbiamo anche avuto l’aiuto di un signore del posto che ci ha permesso di girare delle scene in un monastero nelle vicinanze, un altro luogo meraviglioso. (San Donnino ndr)

Le riprese sono state sospese per un giorno, e abbiamo partecipato ad una festa che si celebra tutti gli anni. E’ una manifestazione tradizionale che coinvolge tutto il paese per la costruzione di giganteschi falò che vengono fatti bruciare in competizione per vedere quale dei due brucia più a lungo.

Abbiamo avuto un una location molto interessante, per cui il film e stato girato in angoli suggestivi e composizioni piacevoli. Grazie ancora Rocca San Casciano per tutto!

La nostra equipe era composta da olandesi, tedeschi e italiani. I produttori ed io siamo di  Amsterdam, e abbiamo portato le attrezzature per l’ illuminazione, la  ripresa audio  dall’Olanda. Il regista e l’attrice protagonista sono di Berlino, e anche una parte significativa della squadra veniva dalla Germania. Il resto del cast e della troupe erano italiani,  così la produzione è stata interessante anche dal punto di vista di scambi internazionali.

Sono felice di segnalare che il film ha vinto un Gold Award ACS per la fotografia nel 1996. Grazie a tutti i partecipanti per aver reso questa produzione un successo. Questo premio appartiene a tutti noi!!

Invitato al Concorso ufficiale:
46 Festival di Berlino, 1996

Formato: Anamorfico 35mm (aka CinemaScope)
Località: Rocca San Casciano, Italia
Anno di produzione: 1995

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com